La mia borsa d’emergenza per una notte fuori, con un tocco fashion ;)

Ho sempre avuto l’abitudine di lasciare qualche accessorio utile al lavoro, come un piccolo kit beauty o un paio di calze extra.

Ma un paio di viaggi all’ultimo momento mi hanno insegnato a tenere in ufficio una borsa d’emergenza per passare fuori una notte e il giorno successivo (credetemi, queste cose succedono: una volta ho dovuto raggiungere di corsa la mia famiglia in un’altra città, un’altra mio marito mi ha invitato all’ultimo momento a raggiungerlo mentre era fuori per lavoro.) Oppure può semplicemente capitare di inzupparsi durante un temporale o di macchiare l’intero outfit del giorno con una bottiglia di sapone (sì, sapone, non chiedetemi altro.) La sfiga gira, quindi è meglio essere preparate.

Di solito scelgo abiti che possano essere indossati durante tutto l’anno, ed aggiungo un maglione nella stagione fredda. Ho anche un kit skincare e trucco al lavoro, che vi mostrerò in un prossimo post.

Vediamo quindi cosa c’è nella mia borsa ventiquattrore d’emergenza.

Una parola sulla borsa stessa: è una Louis Vuitton Speedy Bandoulière 40. Forse vi chiedete perché uso una borsa così costosa per un utilizzo così sporadico; beh perché è vecchia, è di seconda mano ed è sufficientemente versatile per essere usata se l’outfit o la situazione non concordano con la borsa che indosso. Qualsiasi altra borsa da 35/40cm svolgerà il lavoro egregiamente, ma raccomando di scegliere una tinta unita neutra, che possa abbinarsi ai vestiti che ci mettete dentro.

Nella foto vediamo:

  • Un pigiama leggero, il mio reggiseno notturno, dei calzini super morbidi da notte.
  • Un cambio completo di biancheria intima, un paio ciascuno di calzini di microfibra leggera o nylon bianco, nero e nude.
  • Un paio di pantaloni neri, una camicia bianca, un top nero elegante, un maglione grigio di lana merinos.
  • Una sciarpa, un paio di ballerine pieghevoli, una cintura.

Nella foto ci sono anche due accessori molto importanti: uno spray ritocco ricrescita per capelli e un caricabatterie (in genere ho un cavo nella mia borsa di tutti i giorni).

Poi aggiungo una piccola pochette per gli accessori.

Eccone il contenuto:

  • Una piastra per capelli da viaggio (che tengo chiusa con un paio di elastici per capelli) e una piccola spazzola; porto con me sempre una cuffia per capelli, perché magari non soggiorno in hotel ma voglio poter fare la doccia senza lavarmi i capelli.
  • Deodorante (ora sono passata a NUUD che è IL MIGLIORE deodorante di sempre, ma ho ancora delle altre travel size da finire).
  • Kit da notte: mascherina e tappi per le orecchie.
  • Piccoli accessori vari: una spazzola adesiva per abiti, un rasoio, un kit con qualche quadrato di cotone e dei cotton fioc e un kit da cucito. Seriamente, ogni singola volta che andate in un hotel RUBATELI!
  • Porto con me anche un lucchetto a combinazione, perché ho perso quello della Vuitton che comunque si chiudeva con una piccola chiave, non la scelta più pratica quando sei di fretta.

E questo è quanto! Ho anche un trench in auto che uso se mi dovesse servire un soprabito o se quello che indosso non va bene, e ovviamente un piccolo ombrello durante l’inverno.

Tornate presto per leggere il post sul mio beauty kit d’emergenza, e raccontatemi delle vostre ventiquattrore 😀

[Looking for the English version? Click here!]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *